Para compra levitra puede ser visto como un desafío. Aumenta Smomenta, y todos los que se poco a poco abrumado, como es lógico, cada vez más hombres están diagnosticados con disfunción eréctil.

Untitled

ZITAC SPA
APPALTO DEI LAVORI DI URBANIZZAZIONE
NEL PIP DI S. CROCE BIGOLINA A CITTADELLA (PD)
CUP H 6 4 1 0 5 0 0 0 0 7 0 0 0 5
BANDO DI GARA
(Legge 11 febbraio 1994, n.109 e successive modifiche e integrazioni Legge 7 novembre 2003, n. 27 e successive modifiche e integrazioni) PER L’APPALTO DEI LAVORI PER LA REALIZZAZIONE DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE NEL PIP DI S. CROCE BIGOLINA NEL COMUNE DI CITTADELLA (PD)
1) ENTE APPALTANTE
indirizzo: Piazza Pierobon, 1 – 35013 – Cittadella (Pd)
2) PROCEDURA DI AGGIUDICAZIONE
Pubblico Incanto con aggiudicazione in caso di unica offerta; con esclusione automatica delle offerte ai sensi dell’art. 21, comma 1-bis, della L.109/94 e s.m.i.; con svincolo dall'offerta valida decorsi 120 giorni dalla scadenza del termine di presentazione dell'offerta. Trattandosi di appalto da stipulare parte a corpo e parte a misura, l'aggiudicazione avverrà con il criterio del prezzo più basso determinato mediante offerta a prezzi unitari.
3) LUOGO DI ESECUZIONE, DESCRIZIONE E IMPORTO DEI LAVORI
a) Luogo di esecuzione dei lavori: Cittadella (Frazione di S. Croce Bigolina). b) Caratteristiche generali dell'opera: esecuzione di tutte le lavorazioni e forniture per la realizzazione delle opere di urbanizzazione nel PIP della ZTO D2 industriale-artigianale nella frazione di S. Croce Bigolina – Via S. Lucia a Cittadella (Pd). ƒ lavori a misura: Euro 1.977.158,01 ƒ lavori a corpo: Euro 83.680,00 d) Importo complessivo dell’appalto: Euro 2.175.838,01 di cui soggetto a ribasso d’asta:
Euro 2.060.838,01 ed Euro 115.000,00 per oneri per la sicurezza non soggetti a
ribasso d’asta.
4) CLASSIFICAZIONE DEI LAVORI
4a) Categoria prevalente:
categoria OG3, importo Euro 1.429.895,21, classifica IV^ (fino a Euro 2.582.284,00).
4b) Categorie generali diverse dalla categoria prevalente che sono, a scelta del
concorrente, subappaltabil o affidabili a cottimo, e comunque scorporabili:
categoria OG6, importo dei lavori Euro 630.942,80, classifica III^ (fino a Euro
I lavori appartenenti alla categoria prevalente sono subappaltabili nella misura massima del 50% ad imprese in possesso dei necessari requisiti, ai sensi dell’art. 38, comma 1° della LR 11 novembre 2003 n. 27. 5) TERMINE DI ESECUZIONE
Il termine per l'esecuzione dei lavori è stabilito in giorni 450 naturali e consecutivi,
decorrenti dalla data del verbale di consegna dei lavori, tenuto conto dell’incidenza delle
normali previsioni di andamento stagionale sfavorevole.
I lavori dovranno essere iniziati entro il 15 febbraio 2006, in caso di ritardo si applica la
penale di Euro 2.000,00 per ogni giorno di ritardo.

6) FINANZIAMENTO
Per le opere oggetto dell'appalto viene assicurata la copertura finanziaria ai sensi di legge. I pagamenti avverranno secondo le modalità stabilite dal Capitolato Speciale d'Appalto ed in conformità alle norme della L.R. 7 novembre 2003, n. 27.
7) CAUZIONE
La cauzione provvisoria è stabilita nella misura del 2% dell'importo complessivo
dell’appalto, pari ad Euro 43.516,76.
La cauzione definitiva è stabilita nella misura del 10% dell'importo contrattuale. Detta percentuale sarà soggetta ad incremento ove ricorrano gli estremi di cui agli artt. 30, comma 3, 41, comma 4 e 42, comma 2, della L.R. n. 27/2003. L’importo della cauzione provvisoria e della cauzione definitiva di cui ai capoversi precedenti è ridotto del 50% nei confronti delle imprese in possesso di certificazione di sistema di qualità conforme alle norme europee della serie UNI EN ISO 9001:2000, rilasciata da soggetti accreditati ai sensi delle norme europee della serie UNI CEI EN 45000. Alla liquidazione della rata di saldo, l’appaltatore è tenuto a presentare la garanzia fidejussoria di cui all’art. 28, comma 9, della L. n. 109/94. L’impresa aggiudicataria dovrà altresì costituire l’ulteriore garanzia contrattuale di cui all’art. 35, comma 2, della L.R. n. 27/2003. La somma da assicurare con polizza che copre i danni subiti dalla stazione appaltante a causa del danneggiamento o della distruzione totale o parziale di impianti ed opere anche preesistenti verificatesi nel corso dell’esecuzione dei lavori è stabilita nella misura pari all’importo del contratto d’appalto. Detta polizza deve altresì assicurare la stazione appaltante contro la responsabilità civile per danni causati a terzi nel corso dell’esecuzione dei lavori con il massimale definito a norma dell’art. 103, comma 3, del D.P.R. n. 554/99. Tutte le polizze di cui sopra dovranno essere conformi al DM n. 123 del 12.3.2004 ed alla DGRV n. 4151 del 22.12.2004.
8) SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA
Possono presentare offerta i soggetti di cui all'art. 10 della L.109/94 e s.m.i. Non possono partecipare alla gara imprese che si trovino tra loro in una delle situazioni di controllo di cui all’art. 2359, comma 1, del Codice Civile. Conformemente a quanto disposto dall’Autorità per la Vigilanza sui lavori pubblici con la determinazione n. 8/2004, la Stazione appaltante si riserva la facoltà di escludere dalla gara, previa motivazione, i concorrenti per i quali non sussiste adeguata affidabilità professionale in quanto, in base ai dati contenuti nel Casellario Informatico dell’Autorità, risultano essersi resi responsabili di comportamenti di grave negligenza e malafede o errore grave nell’esecuzione di lavori affidati dalla stessa e/o da altre Stazioni appaltanti. 9) REQUISITI
PARTECIPAZIONE
Per partecipare alla gara i concorrenti dovranno essere in possesso di attestazione di qualificazione, rilasciata da una SOA regolarmente autorizzata, con le caratteristiche di cui al punto 9 del Disciplinare di gara.
10) DOCUMENTAZIONE RELATIVA ALLA GARA
Il disciplinare di gara e tutti gli elaborati relativi al progetto esecutivo per l'esecuzione
delle opere, sono visionabili dalle ore 9.00 alle ore 12.00 dei giorni feriali, escluso il
sabato, presso Mip Engineering srl – Galleria Spagna n. 35 – Padova.
Nello stesso orario è possibile acquistare gli elaborati progettuali su supporto informatico
presso Mip Engineering srl – Galleria Spagna n. 35 – Padova previa prenotazione al
numero telefonico 049.9818100 o fax. 049.9818111.
Il disciplinare di gara è altresì reperibile sul sito internet della Regione del Veneto:
www.rveneto.bandi.it.
11) RICEZIONE DELLE OFFERTE
Il contenitore con il plico contenente la documentazione amministrativa ed il plico
contenente l'offerta economica deve pervenire alla Società ZITAC SPA di Cittadella (Pd)
– Piazza Pierobon 1, entro le ore 12.00 del giorno 12 dicembre 2005.
SI AVVERTE CHE SI FARÀ LUOGO ALL'ESCLUSIONE DALLA GARA DI TUTTI QUEI CONCORRENTI CHE NON ABBIANO FATTO PERVENIRE IL CONTENITORE DI CUI AL PUNTO 11 NEL LUOGO E NEL TERMINE IVI INDICATI OVVERO PER I QUALI MANCHI O RISULTI INCOMPLETA O
12) MODALITÀ E PROCEDIMENTO DI AGGIUDICAZIONE
L'autorità che presiede all'incanto è la ZITAC SPA – Ongaro dott. Roberto. L'apertura dell'asta, in forma pubblica, si terrà presso la Sala di Rappresentanza
Municipale di Via Marconi n. 30 a Cittadella, alle ore 15.00 del giorno 13 dicembre 2005
e giorni successivi.
13) DISCIPLINARE DI GARA
Il presente bando è integrato dal disciplinare di gara recante in particolare le norme relative alle modalità di partecipazione alla gara, alle modalità di compilazione e presentazione dell’offerta, ai documenti da presentare a corredo della stessa ed alle procedure di aggiudicazione dell’appalto 14) ALTRE INFORMAZIONI
Costituisce condizione di partecipazione alla gara l’aver effettuato il sopralluogo sulle
aree interessate dalle opere e la visione della documentazione di progetto, ai sensi
dell’art. 71 comma 2 del DPR 554/1999 e s.m.i.
A tale fine un tecnico incaricato dalla Stazione appaltante sarà sul luogo a fare data dal
14.11.2005 (S. Croce Bigolina Via S. Lucia - Ponte Roggia Trona) dove verranno
eseguiti i lavori, a disposizione delle Imprese concorrenti nei giorni di Martedì e Giovedì
dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e previo appuntamento telefonico al n. 049.9403823. Non
sono previsti appuntamenti i giorni diversi.
Al sopralluogo ed alla presa visione della documentazione di progetto saranno ammessi
esclusivamente:
ƒ il legale rappresentante dell’impresa; ƒ un dipendente mandatario dell’impresa munito di autorizzazione sottoscritta dal ƒ il direttore tecnico dell’impresa risultante dall’attestazione rilasciata dalla SOA. I certificati di sopralluogo e di presa visione del progetto rilasciati dalla stazione appaltante devono essere trasmessi per le verifiche alla commissione di gara. Il sopralluogo e la presa visione del progetto sono obbligatori a pena di esclusione dalla gara. Eventuali informazioni potranno essere richieste dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore
12.00, contattando MIP Engineering srl – Galleria Spagna n. 35 – 35127 Padova, al n.
049.9818100 – Fax. 049.9818111.
Il responsabile del procedimento è ONGARO dott. ROBERTO.

Cittadella, 10.11.2005

DISCIPLINARE DI GARA
PER L’APPALTO DEI LAVORI PER LA REALIZZAZIONE DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE NEL PIP DI S. CROCE BIGOLINA
La numerazione dei paragrafi del disciplinare di gara fa riferimento ai corrispondenti paragrafi del bando.

4) CLASSIFICAZIONE DEI LAVORI
4.b) Essendo previste, oltre alla categoria prevalente, ulteriori lavorazioni appartenenti a
categorie generali, alla relativa esecuzione non potrà provvedere l'impresa qualificata per la sola categoria prevalente, ma dovrà fare, invece, ricorso al subappalto ad impresa qualificata, ovvero alla costituzione di un'associazione temporanea con integrazione verticale, individuando quale mandante assuntrice di tali lavorazioni impresa munita di corrispondente qualificazione. 8) SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA

E’ fatto divieto ai concorrenti di partecipare alla gara in più di un’associazione temporanea o
consorzio di cui all’art. 10, c. 1, lett. e) della L. n. 109/94, a pena di esclusione di tutte le
offerte presentate, ovvero di partecipare alla gara anche in forma individuale qualora
partecipino alla gara medesima in associazione o consorzio.
I consorzi di cui all’art. 10, c. 1, lett. b) e c) della L. n. 109/94 (consorzi di cooperative di
produzione e lavoro, consorzi tra imprese artigiane e consorzi stabili) sono tenuti ad indicare
in sede di offerta per quali consorziati il consorzio concorre; a questi ultimi è fatto divieto di
partecipare alla gara, in qualsiasi altra forma.
9) REQUISITI DI PARTECIPAZIONE

9.A) REQUISITI DI PARTECIPAZIONE DELLE IMPRESE SINGOLE
Le imprese singole possono partecipare alla gara qualora siano in possesso
dell'attestazione di qualificazione, rilasciata da una SOA regolarmente
autorizzata, alternativamente
nella categoria prevalente per classifica che, aumentata di un quinto, sia non
inferiore all’importo complessivo dell’appalto; nella categoria prevalente e nelle categorie scorporabili per classifiche che, aumentate di un quinto, siano non inferiori ai corrispondenti importi indicati nel bando;
9.B) REQUISITI DI PARTECIPAZIONE DELLE ASSOCIAZIONI TEMPORANEE DI
IMPRESE E DEI CONSORZI DI CUI ALL’ARTICOLO 10, COMMA 1, LETTERE
D), E) ED E-BIS), DELLA LEGGE 11 FEBBRAIO 1994, N. 109, E SUCCESSIVE
MODIFICAZIONI, DI TIPO ORIZZONTALE

L’impresa capogruppo-mandataria deve essere in possesso dell’attestazione di qualificazione rilasciata da una SOA regolarmente autorizzata con riferimento alla categoria prevalente ed alle categorie scorporabili per classifiche che, aumentate di un quinto, siano non inferiori al 40% dei corrispondenti importi indicati nel bando e comunque in misura maggioritaria rispetto a ciascuna mandante relativamente ad ogni categoria prevista dal bando. Ciascuna impresa mandante deve essere in possesso dell’attestazione di qualificazione rilasciata da una SOA regolarmente autorizzata con riferimento alla categoria prevalente ed alle categorie scorporabili per classifiche che, aumentate di un quinto, siano non inferiori al 10% dei corrispondenti importi indicati nel bando. L’incremento di un quinto delle classifiche di qualificazione possedute da ciascuna impresa riunita relativamente alle categorie indicate nel bando si applica alle sole classifiche non inferiori al quinto degli importi previsti dal bando per le medesime categorie. 9.C) REQUISITI DI PARTECIPAZIONE DELLE ASSOCIAZIONI TEMPORANEE DI
IMPRESE E DEI CONSORZI DI CUI ALL’ARTICOLO 10, COMMA 1, LETTERE
D), E) ED E-BIS), DELLA LEGGE 11 FEBBRAIO 1994, N. 109, E SUCCESSIVE
MODIFICAZIONI, DI TIPO VERTICALE

L’impresa capogruppo-mandataria deve essere in possesso dell’attestazione di qualificazione rilasciata da una SOA regolarmente autorizzata con riferimento alla categoria prevalente per classifica che, aumentata di un quinto, sia non inferiore al corrispondente importo indicato nel bando. Ciascuna categoria avente ad oggetto lavorazioni scorporabili essere coperta da una mandante in possesso dell’attestazione di qualificazione rilasciata da una SOA regolarmente autorizzata per classifica, aumentata di un quinto, non inferiore al corrispondente importo indicato nel bando. Nel caso in cui alcune lavorazioni scorporabili non siano coperte da imprese mandanti in possesso della corrispondente qualificazione, i relativi importi debbono essere coperti dalla capogruppo-mandataria nella categoria prevalente. L’incremento di un quinto della classifica di qualificazione in possesso di ciascuna impresa riunita, si applica a condizione che essa sia qualificata per una classifica pari ad almeno un quinto dell’importo dei lavori di relativa assunzione. 9.D) REQUISITI DI PARTECIPAZIONE DELLE ASSOCIAZIONI TEMPORANEE DI
IMPRESE E DEI CONSORZI DI CUI ALL'ARTICOLO 10, COMMA 1, LETTERE
D), E), ED E-BIS), DELLA LEGGE 11 FEBBRAIO 1994, N. 109, E
SUCCESSIVE MODIFICAZIONI, DI TIPO MISTO

Sono ammesse a partecipare anche imprese temporaneamente riunite o consorziate con integrazione mista ai sensi dell’ultimo periodo dell’art. 13, comma 3 della legge 109/94 e s.m.i., caratterizzate dall’assunzione, da parte di imprese temporaneamente riunite o consorziate con integrazione orizzontale (punto 9.B), delle sole lavorazioni appartenenti alla categoria prevalente, oppure alle categorie scorporabili, e con assunzione ad opera di imprese singole delle lavorazioni appartenenti alle restanti categorie indicate nel bando. Una volta soddisfatti i requisiti di partecipazione indicati ai precedenti punti 9.A), 9.B), 9.C) e 9.D), l’impresa singola (9.A) o le imprese temporaneamente riunite o consorziate possono associare altre imprese qualificate anche per categorie ed importi diversi da quelli richiesti dal bando, a condizione che i lavori eseguiti da queste ultime non superino il 20% dell’importo complessivo dei lavori e che l’ammontare complessivo delle qualificazioni possedute da ciascuna di tali imprese sia almeno pari ai lavori ad esse affidati (art. 95, comma 4, DPR 554/99).
10) DOCUMENTAZIONE RELATIVA ALLA GARA
La documentazione richiesta deve essere contenuta in due distinti plichi, sigillati e controfirmati su tutti i lembi di chiusura riportanti, rispettivamente, le seguenti diciture: -“plico n° 1 - documentazione amministrativa" -“plico n° 2 - documentazione economica - offerta". Entrambi i plichi devono essere contenuti in un unico contenitore, sigillato e controfirmato. Nel contenitore e in ogni plico dovranno essere riportate le indicazioni riguardanti il mittente, l'indirizzo dell'Amministrazione appaltante e la dicitura "Gara d'Appalto per i lavori di realizzazione delle opere di urbanizzazione nel PIP di S. Croce Bigolina a Cittadella (Pd)". Nei due plichi dovranno essere contenuti i documenti di seguito specificati. PLICO n° 1 - DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA
a) istanza di ammissione alla gara redatta su carta regolarizzata ai fini dell'imposta sul bollo
e conformemente allo schema Allegato A, contenente gli estremi di identificazione della
Ditta Concorrente - compreso numero di partita IVA e di iscrizione al Registro delle
Imprese - le generalità complete del firmatario dell'offerta – titolare, legale
rappresentante o procuratore.
Detta istanza dovrà altresì contenere dichiarazione resa dal titolare, legale
rappresentante o procuratore con sottoscrizione non autenticata, ma con allegata copia
fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore, ai sensi dell’art.
38, c. 3, del D.P.R. n. 445/2000 (utilizzando preferibilmente l'apposito modulo
predisposto dall'Amministrazione: allegato 1B), successivamente verificabile, in cui
attesta:
a.1.0) che legali rappresentanti dell’Impresa sono i Signori:
…………………(nome e cognome) ………(luogo e data di nascita) ………… (carica) …………………(nome e cognome) ………(luogo e data di nascita) ………… (carica) …………………(nome e cognome) ………(luogo e data di nascita) …………( carica) che direttori tecnici dell’Impresa sono i Signori: …………………(nome e cognome) ……………(luogo e data di nascita) …………………(nome e cognome) ……………(luogo e data di nascita) …………………(nome e cognome) ……………(luogo e data di nascita) che nell’ultimo triennio anteriore alla pubblicazione del bando di gara per l’affidamento dei lavori in oggetto sono cessati dalla carica i Signori: …………………(nome e cognome) ……… (luogo e data di nascita) ……… (carica) …………………(nome e cognome) ……… (luogo e data di nascita) ……… (carica) a.1.1) che non ricorre, nei confronti del concorrente e delle persone fisiche sopra
indicate, alcuna delle cause di esclusione dalle gare per l’affidamento di lavori pubblici di cui all’art. 75 del D.P.R. 21 dicembre 1999, n. 554; a.1.2) che nei confronti dell’impresa non è stata irrogata la sanzione amministrativa
dell’interdizione all’esercizio dell’attività o del divieto di contrattare con la pubblica amministrazione, di cui all’art. 9, c. 2, lett. a) e c) del D. Lgs. 8 giugno 2001, n. 231 a.2) l'insussistenza di rapporti di controllo determinati ai sensi dell'art. 2359, comma 1,
c.c., con altre imprese concorrenti alla medesima gara; a.3.1) di aver preso visione degli elaborati di progetto, compreso il computo metrico.
Detta dichiarazione deve essere corredata, pena l’esclusione dalla gara, dal certificato, rilasciato dalla stazione appaltante, attestante che l’impresa ha preso visione dei predetti elaborati; a.3.2) di essersi recato sul luogo ove debbono eseguirsi i lavori e aver preso
conoscenza delle condizioni locali, della viabilità di accesso, delle cave eventualmente necessarie e delle discariche autorizzate nonché di tutte le circostanze generali e particolari che possono aver influito sulla determinazione dei prezzi e sulle condizioni contrattuali e che possono influire sulla esecuzione dell'opera e, di conseguenza, di aver giudicato i lavori stessi realizzabili, gli elaborati progettuali adeguati, di aver formulato prezzi remunerativi e tali da consentire l'offerta che sta per fare, considerando che gli stessi rimarranno fissi ed invariabili. Detta dichiarazione deve essere corredata, pena l'esclusione dalla gara, dal
certificato rilasciato dalla Stazione appaltante, attestante che l'impresa ha preso
visione dello stato dei luoghi dove devono essere eseguiti i lavori.
A tal fine si informa che un Tecnico della Stazione appaltante sarà sul luogo (S.
Croce Bigolina Via S. Lucia - Ponte Roggia Trona) dove debbono eseguirsi i lavori,
a disposizione delle imprese concorrenti, a fare data dal 14.11.2005 nei giorni di
Martedì e Giovedì dalle ore 10.00 alle ore 12.00 per rendere possibili i sopralluoghi
e previo appuntamento telefonico al n. 049 9403823 .
Si precisa che al sopralluogo e alla presa visione della documentazione di progetto
saranno ammessi esclusivamente
- il legale rappresentante dell'impresa,
- un dipendente della stessa, munito a tal fine di specifica delega con firma
- il direttore tecnico dell'impresa risultante dall’attestazione rilasciata dalla SOA; a.3.3) di avere preso conoscenza e di accettare le clausole tutte del disciplinare di gara;
a.4) di aver tenuto conto, nella formulazione dell'offerta, degli oneri previsti per i piani di
sicurezza di cui all'art. 18, comma 8, della Legge 55/90, anche alla luce delle
disposizioni di cui all'art. 31 della L. 109/94 e successive modifiche ed integrazioni;
a tal fine si prende atto che gli oneri previsti dal progetto per la sicurezza
ammontano a Euro 115.000,00 e che gli stessi non sono soggetti a ribasso d’asta;
a.5) di impegnarsi a mantenere valida e vincolante l'offerta per 120 (centoventi) giorni
consecutivi a decorrere dalla scadenza del termine per la presentazione delle offerte; a.6) di accettare la eventuale consegna dei lavori sotto riserva di legge, nelle more della
a.7) di applicare integralmente tutte le norme contenute nel contratto collettivo nazionale
di lavoro e nei relativi accordi integrativi, applicabili all'opera in appalto, in vigore per
il tempo e nella località in cui si svolgono i lavori, e di impegnarsi all'osservanza di
tutte le norme anzidette – ivi comprese quelle inerenti l’obbligo di iscrizione alla
Cassa Edile industriale della provincia in cui si svolgono i lavori oppure ad
una delle Casse artigiane regionali competenti a livello regionale in rapporto
ai contratti collettivi nazionali di lavoro e integrativi territoriali vigenti nel
Veneto
- anche da parte degli eventuali subappaltatori nei confronti dei loro
rispettivi dipendenti;
a.8.1) che l'impresa mantiene le seguenti posizioni previdenziali ed assicurative:
(nel caso di iscrizione presso più sedi, indicarle tutte) (nel caso di iscrizione presso più sedi, indicarle tutte) Cassa Edile di ____, matricola n. _____ (nel caso di iscrizione presso più Casse Edili, indicarle tutte) e che l'impresa stessa è in regola con i versamenti ai predetti enti; a.8.2) che l’impresa
- non si è avvalsa di piani individuali di emersione di cui alla Legge 383 del 2001 oppure
si è avvalsa di piani individuali di emersione di cui alla Legge 383 del 2001, ma che il periodo di emersione si è concluso; a.9) di essere in regola con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili (L. 12
marzo 1999, n. 68) ovvero che l’impresa non è tenuta al rispetto delle norme che
disciplinano il diritto al lavoro dei disabili (L. 12 marzo 1999, n. 68), avendo alle
dipendenze un numero di lavoratori inferiore a quindici ovvero che l’impresa,
avendo alle dipendenze un numero di lavoratori compreso tra 15 e 35 e non avendo
proceduto – successivamente al 18.1.2000 – ad assunzioni che abbiano
incrementato l’organico, non è attualmente obbligata a presentare il prospetto
informativo di cui all’art. 9 della L. 68/99;
L’ultima delle alternative che precedono può essere utilizzata non oltre 60 giorni dalla data della seconda assunzione successiva al 18.1.2000 a.10) di aver adempiuto, all’interno della propria azienda, agli obblighi di sicurezza
da compilare solo da consorzi di cooperative di produzione e lavoro, consorzi tra imprese artigiane e consorzi stabili che il consorzio concorre nell’interesse delle sottoelencate imprese consorziate: ___________. b) Attestazione di qualificazione rilasciata da una SOA regolarmente autorizzata, prodotto
pena l’esclusione dalla gara, in originale, copia autenticata o copia conforme all’originale ex art. 18 o art. 19 DPR 445/2000, indicante la data di rilascio, le categorie e le classifiche per le quali l'impresa è qualificata, nonché l'identità del/dei Direttore/i Tecnico/i. N.B. Nel caso di associazioni temporanee di imprese o di consorzi con integrazione
orizzontale, verticale o mista, le attestazioni di qualificazione rilasciate dalle SOA
debbono rispettare le previsioni dei precedenti paragrafi 9B, 9C e 9D.

c) le imprese in possesso di certificazione di sistema qualità o della dichiarazione della
presenza di elementi significativi e tra loro correlati del sistema qualità – al fine di usufruire del beneficio di cui al precedente punto 7 – dovranno presentare copia, dichiarata conforme all’originale ai sensi degli artt. 18 e 19 del D.P.R. n. 445/2000, del certificato o della dichiarazione rilasciato/a dal soggetto certificatore. La presentazione della copia della certificazione di sistema qualità o della dichiarazione della presenza degli elementi del sistema qualità non è necessaria se il relativo possesso risulta dall’attestazione di qualificazione di cui alla precedente lett. b). d) per le associazioni temporanee di imprese:
mandato conferito all'impresa capogruppo dalle altre imprese riunite, risultante da procura con la quale viene conferita la rappresentanza al legale rappresentante dell'impresa capogruppo, risultante da atto pubblico. È peraltro ammessa la presentazione del mandato e della procura in un unico atto notarile redatto in forma pubblica. In assenza di mandato e procura, dovrà essere presentata specifica dichiarazione sottoscritta da tutte le imprese che intendono riunirsi, contenente l’impegno a conferire, in caso di aggiudicazione, mandato collettivo speciale con rappresentanza ad una di esse, qualificata come capogruppo, la quale stipulerà il contratto in nome e per conto proprio e delle mandanti. per i consorzi di cui all’art. 10, c. 1, lett. e) della L. n. 109/94 atto costitutivo del consorzio e successive modificazioni, in originale o copia, dichiarata conforme all’originale ai sensi degli artt. 18 e 19 del D.P.R. n. 445/2000; delibera dell'organo statutariamente competente, indicante l'impresa consorziata con In assenza di atto costitutivo, dovrà essere presentata specifica dichiarazione sottoscritta da tutte le imprese che intendono consorziarsi, contenente l’impegno a costituire il consorzio, in caso di aggiudicazione, nonché l'individuazione dell'impresa consorziata con funzioni di capogruppo. E’ vietata qualsiasi modificazione della composizione dell’associazione temporanea e del consorzio rispetto a quella risultante dall’impegno presentato in sede di istanza di ammissione. e) dichiarazione di subappalto resa su carta intestata dell'Impresa, del Consorzio o della
Capogruppo, in caso di associazione temporanea di imprese, in cui si attestino i lavori o le
parti di opere che si intendono subappaltare o concedere in cottimo, ai sensi dell'art. 34
della L. 109/94 e successive modifiche ed integrazioni, secondo lo schema Allegato B.
In ogni caso, le opere della categoria prevalente non possono essere subappaltate in misura superiore al 50% dell'importo delle stesse. In assenza della dichiarazione di cui al presente punto e), l'Amministrazione non concederà alcuna autorizzazione al subappalto. Qualora il concorrente non sia qualificato per le categorie diverse dalla prevalente indicate nel bando e a qualificazione obbligatoria, queste ultime dovranno essere indicate come oggetto di subappalto nella dichiarazione di cui al presente punto e), a pena di esclusione dalla gara.
f) cauzione provvisoria, pari al 2% dell'importo complessivo dell’appalto, costituita
esclusivamente mediante fidejussione bancaria o polizza fidejussoria assicurativa o fidejussione rilasciata da intermediari finanziari iscritti nell’elenco speciale di cui all’art. 107 del D. Lgs. n. 385/93, che svolgono in via esclusiva o prevalente attività di rilascio di garanzie, a ciò autorizzati dal Ministero del Tesoro, Bilancio e Programmazione economica. Non saranno ritenute valide – e pertanto comporteranno l’esclusione dalla gara – le fideiussioni rilasciate da soggetti che risultino iscritti nell’apposito elenco dei fideiussori inottemperanti istituito presso l’Osservatorio regionale degli appalti. A prescindere dalla forma di costituzione prescelta, la cauzione provvisoria deve essere corredata dall’impegno di un istituto bancario o di una compagnia di assicurazioni o di uno dei predetti intermediari finanziari a rilasciare la fideiussione costituente la cauzione definitiva per l’importo determinato a norma dell’art. 30, comma 3, della L.R. 27/03 e, nel caso ne ricorrano i presupposti, a norma degli artt. 41, comma 4 e 42, comma 2, della stessa L.R. 27/03, qualora l’offerente risultasse aggiudicatario. L’ammontare della cauzione è ridotto del 50% o del 25%, nei casi previsti dall’art. 30, comma 5, della L.R. n. 27/2003. Nel caso di costituzione della cauzione mediante fidejussione bancaria o rilasciata da intermediari finanziari o polizza fidejussoria assicurativa, essa dovrà avere validità per almeno 180 giorni dalla data di presentazione dell’offerta. La fidejussione bancaria o rilasciata da intermediari finanziari o la polizza fidejussoria assicurativa dovrà espressamente prevedere la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale e la sua operatività entro 15 giorni a semplice richiesta scritta della stazione appaltante. Nel caso di offerta sottoscritta da più imprese con la dichiarazione del relativo impegno a costituirsi in associazione temporanea di imprese o in consorzio di cui all’art. 10, c. 1, lett. e) della L. 109/94, qualora l’aggiudicazione della gara intervenga a loro favore, la cauzione provvisoria potrà anche essere intestata alla sola impresa a cui sarà conferito il ruolo di capogruppo-mandataria del costituendo raggruppamento o consorzio. Ai concorrenti diversi dall'aggiudicatario, la restituzione della cauzione avverrà entro 30 giorni dall’aggiudicazione. Al fine di agevolare la sollecita restituzione della cauzione provvisoria, i concorrenti potranno corredare la stessa di specifica busta già affrancata e indirizzata all'impresa medesima.
g)
certificato di presa visione del progetto, secondo lo schema Allegato C.
h)
certificato di presa visione dei luoghi, secondo lo schema Allegato D.
i) per le società di cooperative: certificato di iscrizione nel Registro Prefettizio, in corso di
validità. Tale certificato può essere sostituito da una dichiarazione del legale rappresentante, resa ai sensi dell’art. 46 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445. l) per i consorzi di cooperative: certificato di iscrizione nello schedario Generale della
Cooperazione, in corso di validità. Tale certificato può essere sostituito da una dichiarazione del legale rappresentante, resa ai sensi dell’art. 46 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445. Nel caso di imprese temporaneamente riunite e di imprese che intendono riunirsi in associazione temporanea qualora l’aggiudicazione dei lavori in appalto intervenga in loro favore, la documentazione di cui sopra deve essere resa anche dalle Imprese mandanti, ad eccezione di quella di cui alle lettere a.3.1, a.3.2, a.4, a.5, a.6, a.11, d), e), f), g), h).
PLICO n° 2 - OFFERTA ECONOMICA
Il concorrente dovrà inserire nel plico n. 2 esclusivamente: a) lista delle categorie di lavoro e forniture previste per l’esecuzione dell’appalto che gli sarà consegnata al momento del rilascio dell’attestazione di cui al punto a.3.1) del
bando.
La compilazione della lista delle lavorazioni e delle forniture deve avvenire in conformità
alle previsioni dell’art. 90, commi 2, 3 e 5, del D.P.R. n. 554/99.
In calce alla lista deve essere apposta la firma leggibile e per esteso del titolare o legale
rappresentante dell’impresa.
Si precisa che, in caso di imprese riunite, l’offerta deve essere espressa dall’impresa
mandataria “in nome e per conto proprio e delle mandanti”. Qualora i soggetti di cui
all’art. 10, c. 1, lett. d) ed e), della L. n. 109/94 e s.m.i., non siano ancora costituiti,
l’offerta stessa dovrà essere sottoscritta da tutte le imprese che costituiranno il
raggruppamento o il consorzio.
b) La dichiarazione di presa d’atto, da compilarsi utilizzando lo schema Allegato E, che
l’indicazione delle voci e delle quantità riportate nella lista di cui alla precedente lettera A) non ha effetto sull’importo complessivo dell’offerta che, seppure determinato attraverso l’applicazione dei prezzi unitari offerti alle quantità delle varie lavorazioni, resta fisso ed invariabile ai sensi degli artt. 19, c. 4 e 21, c. 1, della L. n. 109/94. L’offerta dovrà essere bollata.
12) MODALITA’ E PROCEDIMENTO DI AGGIUDICAZIONE
La gara si svolgerà secondo le procedure di seguito riportate. Il Presidente della gara: a) procede all’apertura dei plichi pervenuti entro il termine di cui al punto 11) del bando; b) verifica l’ammissibilità delle offerte presentate; c) procede quindi, per i concorrenti ammessi, all’apertura del plico “Offerta economica”, leggendo ad alta voce il prezzo complessivo offerto da ciascun concorrente e il conseguente ribasso percentuale rispetto all’importo soggetto a ribasso d’asta; d) determina quindi, nei modi indicati dall’art. 21, c. 1-bis, della L. n. 109/94, la soglia dell’anomalia; a tal fine: d.1) procede a stabilire la media aritmetica dei ribassi percentuali di tutte le offerte ammesse, con esclusione del 10%, arrotondato all’unità superiore, delle offerte di maggior ribasso e del 10%, arrotondato all’unità superiore, delle offerte di minor ribasso; d.2) incrementa la predetta media dello scarto medio aritmetico dei ribassi percentuali che superano la predetta media, sempre senza considerare le offerte escluse dal computo di cui al precedente punto d.1); e) esclude le offerte che presentano un ribasso pari o superiore a tale soglia; f) individua conseguentemente il concorrente che ha presentato l’offerta più vantaggiosa La procedura di esclusione automatica non sarà applicata nel caso di numero di offerte valide inferiore a 5, ferma restando la facoltà, per la stazione appaltante, di sottoporre a verifica, in contraddittorio con le imprese interessate, le offerte ritenute anormalmente basse così come previsto dal combinato disposto degli artt. 89, c. 4, e 90, c. 6, del D.P.R. n.
554/99.
VERIFICA SUCCESSIVA ALLE OPERAZIONI DI GARA
Entro 10 giorni dalla data di conclusione delle operazioni di gara, la Stazione appaltante provvederà a verificare nei confronti del concorrente che ha presentato l’offerta più vantaggiosa per l’amministrazione e del concorrente che segue in graduatoria il possesso dei requisiti di ammissione e l’insussistenza delle cause di esclusione dalla gara, acquisendo la relativa documentazione presso le amministrazioni competenti. Detta verifica potrà essere estesa, ove la Stazione appaltante lo ritenga opportuno anche ad ulteriori concorrenti individuati a campione mediante apposito sorteggio Qualora tali verifiche non confermino le dichiarazioni contenute nell'istanza di ammissione, si applicano le sanzioni dell’esclusione dalla gara e, ove ne ricorrano i presupposti, della segnalazione del fatto all’Autorità per i provvedimenti di cui all’art. 4, c. 7, L. n. 109/94, nonché per l’applicazione delle misure sanzionatorie di cui all’art. 8, c. 7, della stessa legge. Si procederà alla determinazione della nuova soglia di anomalia dell’offerta ed alla conseguente, eventuale, nuova aggiudicazione. In particolare la Stazione appaltante procederà alla verifica in ordine alla presenza o meno, presso il Casellario Informatico dell’Autorità, di annotazioni concernenti episodi di grave negligenza e malafede o di errore grave nell’esecuzione di lavori affidati dalla stessa e/o da altre Stazioni appaltanti, che a norma della determinazione n. 8/2004 dell’Autorità ed in applicazione di quanto previsto al punto III.2.1) del bando, possono dar luogo ad un provvedimento motivato di esclusione dalla gara. L'aggiudicazione definitiva per la realizzazione dei lavori avverrà mediante provvedimento del Consiglio d i Amministrazione della società ZITAC spa. Dopo l’aggiudicazione definitiva e prima della stipulazione del contratto, la Stazione
appaltante procederà – ai sensi dell’art. 90, comma 7, del D.P.R. n. 554/99 - alla verifica dei
conteggi presentati dall’aggiudicatario.
DISPOSIZIONI VARIE
a) Per assicurare l'osservanza, da parte dell'appaltatore e degli eventuali subappaltatori, dei contratti collettivi nazionale e locale di lavoro di cui al precedente punto a.7 della
documentazione amministrativa, nonché degli adempimenti previsti dall'art. 18, comma
7, della L. 19.3.1990 n. 55, l'Amministrazione effettuerà autonome comunicazioni
dell'aggiudicazione dei lavori, dell'autorizzazione degli eventuali subappalti e
dell'ultimazione dei lavori, all'INPS, all'INAIL, alla Direzione provinciale del lavoro, alla
Cassa Edile industriale della provincia in cui si svolgono i lavori oppure ad una delle
Casse artigiane regionali competenti a livello regionale in rapporto ai contratti collettivi
nazionali di lavoro e integrativi territoriali vigenti nel Veneto e all'Ente paritetico per la
prevenzione degli infortuni sul lavoro competente per il luogo di esecuzione dei lavori,
indicando altresì, sempre allo scopo di agevolare i richiamati controlli, il valore presunto
della manodopera da impiegare nelle lavorazioni, che qui si stima in Euro 531.388,33
(25,79% dell’importo lavori).
L'impresa appaltatrice e, per suo tramite, le eventuali imprese subappaltatrici, debbono comunicare alla stazione committente, prima dell'inizio delle lavorazioni di rispettiva competenza, il nominativo dei lavoratori dipendenti che prevedono di impiegare in tali attività e le eventuali modificazioni che dovessero sopravvenire in corso d'opera relativamente ai predetti nominativi. b) Il recapito del plico rimane ad esclusivo rischio della Ditta concorrente, nel caso, per qualsiasi motivo, non venga effettuato in tempo utile all'indirizzo indicato. Sono a carico dell'Impresa aggiudicataria tutte le tasse e i diritti relativi alla stipulazione del contratto e sua registrazione. L'offerta, nonché tutte le dichiarazioni richieste dovranno essere redatte in lingua italiana. c) Ai sensi dell'art. 38, comma 3, della L.R. n. 27/2003, all'Impresa aggiudicataria è fatto obbligo di trasmettere alla stazione appaltante, entro 20 (venti) giorni dalla data di ciascun pagamento effettuato nei suoi confronti, copia delle fatture quietanzate relative ai pagamenti effettuati dalla stessa aggiudicataria al subappaltatore o al cottimista. Nel caso di mancata trasmissione delle fatture quietanzate, sarà sospeso ogni successivo pagamento nei confronti dell’impresa aggiudicataria. d) Tutte le controversie che non si siano potute definire con le procedure dell'accordo bonario di cui all'art. 31-bis della L. 109/94, saranno attribuite alla competenza esclusiva del Foro di Padova. e) Nel termine che verrà indicato dall'Ente appaltante l'Impresa sarà tenuta a costituire la cauzione definitiva e ad intervenire per la sottoscrizione del contratto d'appalto. Ove, nell'indicato termine l'Impresa non ottemperi alle richieste che saranno formulate, la Stazione Appaltante, senza bisogno di ulteriori formalità o di preavvisi di sorta, potrà ritenere decaduta, a tutti gli effetti di legge e di regolamento, l'Impresa stessa dalla aggiudicazione, procederà all'incameramento della cauzione provvisoria e disporrà l’aggiudicazione dell’appalto al concorrente che segue in graduatoria. f) Nel caso di fallimento o di risoluzione del contratto per grave inadempimento dell’appaltatore, la Stazione appaltante si riserva la facoltà di interpellare il secondo classificato al fine di stipulare un nuovo contratto per il completamento dei lavori alle medesime condizioni economiche da questi proposte in sede di offerta. Nel caso di fallimento del secondo classificato, rimane ferma la possibilità per la Stazione appaltante di interpellare il terzo classificato; in tal caso, il nuovo contratto sarà stipulato alle condizioni economiche offerte dal secondo classificato. g) i dati personali relativi alle imprese partecipanti alla gara saranno oggetto di trattamento, con o senza ausilio di mezzi elettronici, limitatamente e per il tempo necessario agli adempimenti relativi alla gara (“Tutela Privacy”). Titolare del trattamento è Ongaro dot. Roberto. Si fa rinvio agli artt. 7 e seguenti del D. Lgs. n. 196/2003 circa i diritti degli interessati alla riservatezza dei dati.

Source: http://www.zitac.it/documenti/bandoLavoriScroce.pdf

Untitled

July 2012 SAVE THE DATE: Sat, July 21, 2012 4. True or False: Lyme Disease is 7AM & 12PM are tee-off times for the 21st While most ticks and tick bites are harmless, contagious. ticks can carry infection. The most common Answer: False. The only way to catch Bev at the clubhouse at 403-721-2003 for infection is Lyme Disease. It's caused by a germ (Borrelia burgdorf

rufvtoenisberg-schaephuysen.de

Teilnehmerliste Teilnehmerübersicht ADELHUETTE,MICHELLE ARNTZ,KARIN AULICH,FABIENNE BACKUS,MELANIE BARG,MIRIAM BARTOSZ,MIRJA 06: 1, 07: 1, 08: 1, 09: 1, 16: 1, 19/1: 1, 20: 1, BARTSCH,REGINE BAUER,ULRIKE BAUMANN,KONSTANZE BAUMANN,NINA BAX,ALEXANDRA BEBBER VAN,JACQUELINE MARIE BEBBER,GEORG VAN BECKER,ANNEKE BECKERS,ANNA BECKERS,NICOLA BEHRENS

Copyright © 2010-2014 PDF pharmacy articles